I vincitori dell'Inmare Festival 2014!

La giuria della seconda edizione dell’Inmare Film festival, presieduta da Angelo Mojetta e composta da Enzo Machi, Gabriele Caccialanza, Marzio Cardellini e Giorgio Barsotti, ha designato primo premio assoluto, nella categoria medio-lungo metraggi, il film “Great white shark of Guadalupe” di Christian Petron, con la seguente motivazione: per la bellezza delle immagini e ee emozioni che esse sanno trasmettere allo spettatore trasportato nel regno del più noto tra i predatori marini alla scoperta della vera realtà di questo squalo, perfetto esempio dei meccanismi dell’evoluzione ed elemento essenziale per l’equilibrio della vita sottomarina. Grazie al lavoro degli studiosi che hanno collaborato al documentario, conferendogli così un indubbio valore scientifico, lo squalo bianco sta rivelando a poco a poco i suoi segreti perdendo contemporaneamente la fama di cacciatore cieco e sanguinario, alimentata da molti film e documentari sensazionalistici.

Primo premio assoluto nella categoria flash-movie a “Hydropolis” di Oliver Van Den Broeck e Greet Meulepas con la seguente motivazione: per aver saputo condensare in poco più di tre minuti la straordinaria vitalità dell’ambiente marino, dimostrando come anche un habitat apparentemente deserto possa farci scoprire micro mondi insospettati e di grande biodiversità dove vigono le stesse regole e gli stessi adattamenti che ritroviamo nel grande oceano.

Inoltre è stato assegnato dagli studenti dell’Istituto nautico di Camogli, il premio come miglior film di carattere educativo-didattico al cortometraggio “Le spiagge di Chelona” di Alessandro De Rossi e Federica Botta per aver saputo documentare con immagini suggestive e un linguaggio chiaro e scientificamente corretto, la vita delle tartarughe del Mediterraneo e il ruolo fondamentale dell’uomo per la conservazione di questa specie.

E’ stato inoltre assegnato il primo premio per il concorso “InmareFilmoIo” al flash-movie girato nell’Area Marina Protetta di Portofino da Andrea Serri per aver dimostrato come il mare di Portofino riesca a trasformare ogni subacqueo in un regista.

E’stato inoltre assegnato dall’organizzazione dell’Inmare Film Festival, il premio speciale “comunicare l’ambiente” alla rivista “La rivista della natura” con la seguente motivazione: nel panorama della divulgazione della natura e dell’ambiente, ha saputo rinnovarsi sia nei contenuti, proponendo, accanto alla descrizione delle bellezze della natura e dei suoi abitanti, i temi del rapporto uomo/ambiente nei suoi aspetti deteriori ma anche nelle azioni a sua salvaguardia; sia nelle soluzioni tecnologiche adottate, cogliendo in pieno le potenzialità offerte dal web, attraverso la redazione della nuova rivista on line e l’uomo sapiente dei social networks. Una rivista che si pone, da sempre, a fianco del sistema dei parchi e a supporto delle loro azioni.

Camogli si prepara all’InMaRe Film Festival 2014

Nella cornice del borgo marinaro gli ultimi preparativi

per l’inaugurazione del Film Festival sulle Aree Marine Protette

Mancano pochi giorni all’apertura della seconda edizione dell’InMaRe Film Festival, la rassegna cinematografica sui video che hanno per protagoniste le Aree Marine Protette di tutto il mondo. Mare protagonista, in una serie di momenti destinati alla divulgazione per un utilizzo consapevole e sostenibile delle risorse naturali. Un programma denso di avvenimenti che aprirà Venerdì 5 dicembre, all’Hotel Cenobio dei Dogi con, alle 9,00 la proiezione film in concorso riservata a studenti delle scuole di Camogli. Ore 21: proiezione fuori concorso del docu-film "Planet Ocean" (90') di Yann Arthus-Bertrand.

Sabato 6 dicembre, alle 15,00: proiezione dei film finalisti di "InMare Film Festival". Alle 17,00 la tavola rotonda "Le grandi opere: l'ambiente", con Donatella Bianchi, giornalista e conduttrice di Linea Blu che incontra il prof. Ferdinando Boero, professore ordinario di Zoologia all'Università del Salento. Alle 18:30 la Cerimonia di premiazione di "Camogli InMaRe Film Festival. Sarà in sala il regista Alessandro Abba Legnazzi per presentare "Rada - L'ora dell'ultimo sbarco", vincitore della sezione TffDoc/Italiana.doc del 32° Torino Film Festival. Film dedicato al mare e alle sue storie, tratte dalle testimonianze degli ospiti della "Casa dei marinai" di Camogli. Alle 21,00: proiezione dei film finalisti di "InMaRe Festival".

La giornata di domenica 7 dicembre, si aprirà alle 10,00 con la conferenza sui Parchi di Liguria “I Parchi di terra e di mare della Liguria portatori di sviluppo e conservazione”, mentre al pomeriggio, alle 16,00 è prevista la proiezione pubblica dei film vincitori, che concluderà la rassegna "InMaRe Festival 2014".

Loghi InMare Film Festival

 

Seguici su Facebook - Follow us on Facebook

social facebook_box_white_512